Riapre l’OPC alle visite pubbliche!

Visita all' osservatorio, osservazione ai telescopi e visita guidata al telescopio più grande della toscana!

Tutti i venerdi, apertura pubblica settimanale!

Una splendida occasione per conoscere l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, osservando insieme le meraviglie della natura e del cielo con i suoi osservatori ambientale, astronomico, geo-sismico e meteorologico.

Scoprirete le tante attività scientifiche che l’osservatorio svolge, ad esempio come facciamo le previsioni meteo, come monitoriamo di continuo i terremoti, oppure come studiamo la qualità del cielo.

Parleremo della storia dell’ osservatorio e dei suoi affascinanti strumenti, osserveremo il cielo con i telescopi, e visiteremo i vari locali, come la sala strumenti, la sala dati e la sala mostre, inoltre è prevista un esperienza speciale in cupola dove è presente il telescopio principale da 80 cm, il più grande della Toscana, tramite il quale vedremo in tempo reale le meraviglie dell’ universo tramite la sua camera fotografica ad alta sensibilità!

Se volete imparare a riconoscere le stelle e i pianeti, se avete domande sui misteri dell’universo e sulle tante notizie che i giornali vi danno, questa è l’occasione giusta per saperne di più!

Vi aspettiamo!

 

Come prenotare

Inviare un email o telefonare, specificando un nome di riferimento e il numero di persone che partecipano alla visita, la prenotazione non prevede obblighi o costi, il pagamento avviene in loco prima della visita.

Per le visite con apertura pubblica, in caso di maltempo sarà possibile fare ugualmente la visita senza l’osservazione ai telescopi.

Telefono:      333 1192517

Email:            prenota@osservatoriochianti.it

Altre informazioni:  http://www.osservatoriochianti.it/visite/

Dove siamo e contatti

Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Dove siamo e contatti: http://www.osservatoriochianti.it/contatti/

Facebook:     https://www.facebook.com/osservatoriochianti