image_pdfimage_print

Le Frontiere dell’Astrofisica – Il Sole fa i capricci?

L’aurora di maggio vista anche in Italia ha affascinato tutti. Studiare l’attività del Sole oggi si può grazie alla meteorologia spaziale.

Venerdì 21 giugno 21.30 – Osservatorio Polifunzionale del Chianti

Per “Le Frontiere dell’Astrofisica” risponderemo alla domanda: il Sole fa i capricci?

I recenti eventi dello scorso mese hanno allarmato molti. Sebbene siano estremamente rari alle nostre latitudini, essi sono una delle più spettacolari manifestazioni del ciclo solare.

Vedremo che cos’e’ il ciclo solare imparando a conoscere il Sole e la sua atmosfera che si estende fino ai confini più remoti del sistema solare.

Il Sole sta cambiando? E in che modo questo influenza il nostro pianeta? La meteorologia spaziale è una nuova disciplina che studia, come dice la parola stessa, il “meteo” nello spazio e come il Sole, con le sue manifestazioni, influenza l’ambiente terrestre nel breve termine. Gli effetti a lungo termine invece interessano i climatologi che come prima cosa provano ad attribuire la crisi climatica ai capricci del Sole, finora con scarso successo.

→ Programma
h 21:30 Intro (Ruggero Stanga)
h 21:35 – 22:35 Conferenza (Marco Romoli)
h 22:35 – 23:00 Domande (Moderatore: Lorenzo Betti)

Come partecipare

Evento in presenza, ingresso libero senza prenotazione.

Come arrivare

Lascia l’auto al parcheggio, da li inizia un sentiero lungo circa 300 mt. con indicazioni “Osservatorio”, segui le luci blu. Il sentiero non è illuminato per evitare ogni forma di inquinamento luminoso. Porta quindi scarpe comode e una torcia.

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

Rimani aggiornato

Segui le attività dell’ associazione tramite i social:

Oppure iscriviti alla newsletter OPC e al gruppo WhatsApp per restare sempre aggiornato sulle ultime attività.

Inaugurazione della mostra “Armando Pelliccioni – Pensare Universale”

Un’esposizione per esplorare il rapporto tra Arte e Scienza all’Osservatorio Polifunzionale del Chianti

Un’esposizione in due atti per esplorare il rapporto tra Arte e Scienza e dimostrare la replicabilità e l’unicità della Natura a cura di Giada Rodani, responsabile Arte e Cultura dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti.

L’Osservatorio Polifunzionale del Chianti (OPC), in collaborazione con l’Associazione Amici dell’OPC e con il patrocinio dell’Università di Firenze e del Comune di Barberino Tavarnelle, promuove la mostra dell’artista e scienziato Armando Pelliccioni dal titolo Pensare Universale

La mostra, a cura di Giada Rodani, si svilupperà in due importanti sedi del Comune di Barberino Tavarnelle: l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti e lo storico Palazzo Malaspina di San Donato in Poggio, un’esposizione in due atti che approfondirà il percorso artistico e di ricerca che Pelliccioni ha intrapreso da oltre 20 anni.

Arte e Scienza delle Esplosioni: differenza nell’uguaglianza

Il primo atto sarà all’OPC con la mostra “Pensare Universale: Arte e Scienza delle Esplosioni” che inaugurerà il prossimo 23 giugno (h. 17.30). L’occasione permetterà di ammirare le opere della serie Esplosioni Risonanti, che l’artista ha realizzato tra gli anni 2021 – 2022.

La serie rappresenta un momento particolarmente significativo nello sviluppo del pensiero di Pelliccioni, essa affronta il tema specifico del rapporto tra Arte e Scienza volto a dimostrare quanto la Natura sia sì ripetibile ma al contempo unica e individuale. Le Esplosioni Risonanti sono il risultato di veri e propri esperimenti di laboratorio, esplosioni reali effettuate con detonatori e cariche esplosive, uno studio sul comportamento della materia (colore) sottoposta a un improvviso e violento rilascio di energia (detonazione). 

Realizzate in piccolo formato rispetto ai formati più grandi solitamente utilizzati, queste esplosioni cromatiche dialogano tra loro essendo state ad esse applicate le stesse identiche miscelazioni di cariche esplosive e lo stesso detonatore. Si vuole così dimostrare che, nonostante l’identicità delle sollecitazioni, scientificamente si verifica una somiglianza delle forme prodotte, ma mai un’uguaglianza. Utilizzando esclusivamente colori primari e lo stesso tipo di detonatore, nelle diverse opere viene applicato un processo di scomposizione e ricomposizione della complessità della Natura che crea forme diverse partendo dalle stesse caratteristiche iniziali: opere che ci portano a riflettere sul concetto di “differenza nell’uguaglianza”

In queste opere sarà inoltre possibile notare le corrispondenze con le affascinanti formazioni che i nostri astronomi osservano nel cosmo. I risultati delle esplosioni che Pelliccioni ricrea in laboratorio, con l’uso dei detonatori e particolari smalti colorati, evidenziano numerose similitudini ed analogie con le forme che assumono le esplosioni stellari nel nostro universo. 

Partecipa all’inaugurazione

Domenica 23 Giugno, alle ore 17:30, l’artista accompagnerà il pubblico in una lettura guidata delle opere e verranno approfonditi gli aspetti scientifici ad esse collegate.

Alle ore 22 verrà fatta un’ulteriore visita guidata alla mostra in notturna, con la possibilità di osservare alcuni oggetti celesti ai telescopi. Si andrà infatti a cercare le esplosioni presenti nell’universo, quelle delle nove e supernove, delle nebulose planetarie che ne contengono i loro resti.

Caos–Creazione–Evoluzione

Il secondo atto “Pensare Universale: Caos–Creazione–Evoluzione” inaugurerà il 28 settembre negli eleganti ambienti del Palazzo Malaspina, che ospiteranno la mostra antologica dell’intera produzione artistica di Armando Pelliccioni. Ogni sala del prestigioso palazzo rinascimentale accoglierà le pitture di ciascun periodo artistico, un percorso cronologico e tematico che permetterà di comprendere la rigorosa ricerca artistico-scientifica di Pelliccioni

Giorni di apertura del Palazzo Malaspina per visitare la mostra:

  • settembre: lunedì e martedì dalle 10 alle 13, giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 13, dalle 16 alle 19;
  • ottobre: lunedì e martedì dalle 10 alle 13, giovedì dalle 16 alle 19, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 13, dalle 16 alle 19;
  • novembre: venerdì, sabato e domenica dalle 16 alle 19;

Pelliccioni: tra Arte e Scienza

L’operare di Pelliccioni è quindi una combinazione inscindibile di Arte e Scienza. Basandosi sulle verità e inconfutabilità delle leggi della Natura consolidate nella Fisica egli si fa promotore della diffusione del pensiero scientifico nel quotidiano e nei territori dell’arte, facendo delle sue opere una stimolante occasione di divulgazione scientifica e di riflessione sul contemporaneo.

Per maggiori informazioni

📍 Come arrivare?

Indirizzo: Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:

https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

❤️ Entra a far parte degli Amici dell’OPC

Se siete interessati a vivere più da vicino l’Osservatorio, è possibile diventare soci dell’Associazione e partecipare gratuitamente ai numerosi ritrovi e iniziative che si svolgono durante l’anno, oltre che partecipare attivamente alla vita dell’Osservatorio.

Per ulteriori informazioni:

Scrivi a info@osservatoriochianti.it

L’evento è gratuito e l’ingresso è libero, è gradita la conferma della partecipazione, registrando la propria presenza su Eventbrite e selezionando Registrazione all’evento.

Astroritrovo – Osservazione celeste senza Luna

serate di osservazione e astrofotografia in chianti toscana

Una serata sociale, osservativa ed astrofotografica, per gli Amici dell’OPC

Hai sempre gli occhi rivolti al cielo? Ti aspettiamo al prossimo Astroritrovo venerdì 31 maggio dalle 21.30!

Preparati per una magnifica osservazione celeste senza Luna, un’occasione perfetta per osservare e fotografare il cielo, oltre che per ritrovarsi con tante altre persone appassionate di scienza come te!

L’Astroritrovo è una serata all’aperto dedicata all’astronomia e all’astrofilia, in cui osserveremo e fotograferemo il cielo nella splendida cornice dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti.

Un occasione particolare per ritrovarci fra persone appassionate di scienza, un momento di scambio e confronto.

Metteremo a disposizione la strumentazione dell’associazione e forniremo spazio e supporto per chi vorrà portare la propria e scoprire come utilizzarla al meglio.

Ti aspettiamo!

Nota: L’ osservatorio ospita anche eventi pubblici, in cui non è prevista la necessità della tessera associativa.

EVENTO GRATUITO, RICHIESTA LA TESSERA ASSOCIATIVA
Se non hai la tessera, nessun problema è possibile farla al costo di 10 Euro durante l’evento, oppure direttamente ONLINE.

È gradita la prenotazione, registrati su Eventbrite

PROSSIMI ASTRO-RITROVI

Vedi il calendario Eventi OPC

COME ARRIVARE

Lascia l’auto al parcheggio, da lì inizia un sentiero lungo circa 300 mt. con indicazioni “Osservatorio”, non illuminato per evitare ogni forma di inquinamento luminoso. Porta quindi scarpe comode e una torcia.

Se hai un telescopio, è possibile salire lungo la strada sterrata fino all’osservatorio per scaricare l’attrezzatura.

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50028 Barberino Tavarnelle FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter OPC per restare sempre aggiornato sulle ultime attività ed eventi. Segui le attività dell’associazione anche tramite i social:

Partecipa attivamente

Se invece volete partecipare attivamente alla vita associativa e/o alle varie discussioni a tema, iscriviti al gruppo WhatsApp Amici OPC Discussioni o al gruppo Ambiente e Parco

Laboratorio didattico. Coltiviamo il futuro del nostro pianeta

laboratorio per bambini e famiglie in toscana

Domenica 26 maggio dalle 16 in OPC, laboratorio per grandi e piccini dedicato alla tutela dell’ambiente.


In un’epoca in cui i cambiamenti climatici e la perdita di biodiversità rappresentano sfide cruciali per il nostro Pianeta, è fondamentale che tutti, dai più giovani ai più grandi, comprendano l’importanza di agire per proteggere l’ambiente.

Attraverso il gioco e l’apprendimento, vogliamo trasmettere alle nuove generazioni l’amore per la natura e la consapevolezza delle proprie azioni. Allo stesso tempo, offriamo agli adulti strumenti e conoscenze per diventare cittadini più responsabili e attivi nella difesa del nostro pianeta.

Unisciti a noi: insieme possiamo fare la differenza e costruire un futuro più verde e sostenibile.

Programma della giornata

Dopo l’introduzione del progetto e una breve conferenza didattica, impareremo come:

  • Contribuire nella lotta al cambiamento climatico, piantando una quercia;
  • Aiutare gli insetti impollinatori, costruendo i loro ripari ricreando il loro micro habitat;
  • Contribuire alla lotta contro l’ inquinamento luminoso, usando tecnologie a basso impatto ambientale;
laboratorio per bambini dedicato all'ambiente

Habitat e biodiversità

È prevista la costruzione passo passo di una casina per gli insetti impollinatori e le api selvatiche, e consigli sulla sua collocazione e la manutenzione. Aiutare gli insetti impollinatori è fondamentale per l’ ecosistema e per la biodiversità, ricreando il loro micro habitat

Cambiamento climatico

A seguire, sarà presente un laboratorio didattico per bambini in cui semineremo ghiande di quercia. In questo modo ognuno potrà contribuire concretamente alla lotta al cambiamento climatico e valorizzare il ciclo della vita.

I piccoli partecipanti potranno portarsi a casa il vasetto realizzato durante il laboratorio per continuare a seguire la crescita della piantina e della propria responsabilità verso l’ambiente.

Inquinamento luminoso

Vedremo anche alcune soluzioni pratiche per la lotta all’inquinamento luminoso, che ci sta togliendo la meraviglia del cielo e mette a rischio l’habitat di piante e animali.

Visita all’ osservatorio del chianti

La giornata sarà anche un’occasione per visitare l’Osservatorio del Chianti, e vedere da vicino la strumentazione presente, come il centro meteola stazione di monitoraggio dei terremoti e il telescopio più grande della Toscana dedicato alla ricerca degli esopianeti.

Osservazione del Sole

Potrete osservare il Sole e le sue macchie al telescopio, testimonianza del periodo di massima attività che lo sta caratterizzando e fare una passeggiata nel Parco Botanico del Chianti, alla scoperta delle orchidee spontanee e della sua flora incontaminata.

osservazione del sole

Mostra d’ arte

Sarà inoltre possibile ammirare la mostra “Le Orchidee spontanee del Chianti” di Anne Eldredge Maury.

Come partecipare

L’ingresso è libero e gratuito, ma è apprezzato e consigliato registrarsi 😉 Facci sapere se ci sarai!

Come arrivare?

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

Rimani aggiornato

Oppure iscriviti alla newsletter OPC e al gruppo WhatsApp per restare sempre aggiornato sulle ultime attività.

Le Frontiere dell’Astrofisica – Missione DART: Quanto siamo bravi a deviare gli asteroidi?

Venerdì 24 maggio 21.30 – Osservatorio Polifunzionale del Chianti

Per “Le Frontiere dell’Astrofisica” parleremo della Missione DART: Quanto siamo bravi a deviare gli asteroidi?

La missione NASA DART voleva modificare il percorso di un asteroide e ce l’ha fatta!

Ma come è stato possibile deviare un asteroide? Quanto è difficile?

In questo incontro andremo alla scoperta degli asteroidi più famosi che hanno colpito il pianeta, altri che potrebbero farlo in futuro e vedremo se e come è possibile difenderci.


→ Programma
h 21:30 Intro (Emanuele Pace)
h 21:35 – 22:35 Conferenza (Simone Caporali)
h 22:35 – 23:00 Domande (Moderatore: Damiano Trisciani)

→ Relatore
Simone Caporali
Università degli Studi di Firenze

→ Introduzione
Emanuele Pace
Università degli Studi di Firenze – Osservatorio Polifunzionale del Chianti

→ Moderatore
Damiano Trisciani
Osservatorio Polifunzionale del Chianti

Come partecipare

Evento in presenza, ingresso libero senza prenotazione.

Come arrivare

Lascia l’auto al parcheggio, da li inizia un sentiero lungo circa 300 mt. con indicazioni “Osservatorio”, segui le luci blu. Il sentiero non è illuminato per evitare ogni forma di inquinamento luminoso. Porta quindi scarpe comode e una torcia.

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

Rimani aggiornato

Segui le attività dell’ associazione tramite i social:

Oppure iscriviti alla newsletter OPC e al gruppo WhatsApp per restare sempre aggiornato sulle ultime attività.

Trekking nel Chianti e visita dell’Osservatorio

Una passeggiata nelle campagne nel Chianti per conoscere la storia del territorio con visita dell’OPC alla scoperta dei segreti del Sole

🗺️ L’escursione

Partendo dall’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, l’escursione si svilupperà nelle suggestive campagne del Chianti, e sarà un’opportunità per riunire vecchi e nuovi soci dell’Associazione Amici dell’Opc. L’iniziativa ha lo scopo di far vivere una giornata in compagnia per conoscere il territorio che circonda l’OPC, alla scoperta di Olena e Cortine.

Un’occasione per scoprire e approfondire le curiosità della zona avendo la possibilità di ascoltare le spiegazioni della nostra guida che ci accompagnerà in questa escursione scientifica. Passando sopra strade sterrate, mulattiere e stradelli di campagna, approfondiremo la storia del territorio, scoprendo antichi borghi e siti storici che raccontano secoli di vicende umane. La guida che ci accompagnerà ci svelerà i segreti della flora e della fauna locale, mettendo in luce il lato botanico e scientifico di questa meravigliosa zona. Lungo il percorso faremo infatti delle pause didattiche, e avremo l’opportunità di apprezzare appieno la bellezza che ci circonda.

Durante il percorso, gli escursionisti avranno l’opportunità di immergersi nella bellezza naturale del paesaggio circostante, godendo di panorami mozzafiato sulle colline ricoperte da vigneti e oliveti, vivendo una piccola avventura.

L’escursione prevede un percorso ad anello di 11 km con poco dislivello, sono previste salite e discese ben bilanciate, oltre a numerose pause didattiche. Inoltre:

  • non sono previste difficoltà per i camminatori non abituali;
  • adatto ai bambini dagli 8 anni in su;
  • si consiglia un abbigliamento consono all’attività svolta;
  • è possibile portare i propri amici a quattro zampe, dotati di guinzaglio.

⛈️ In caso di cattivo tempo sarà l’Organizzazione a contattare i partecipanti ed annullare l’evento, almeno 2 giorni prima di esso.

📍 Dettagli del percorso

  • Ritrovo: Parcheggio dell’Osservatorio ore 8:45;
  • Lunghezza: 11 km;
  • Durata: 3.5 – 4 ore;
  • Difficoltà: T/E ( Turistico/Escursionista; il percorso è quasi interamente su strada larga e ben battuta, prevalentemente sterrata, sono presenti brevi tratti pianeggianti);
  • Dislivello: 300 mt;
  • Percorso: Anello.

🎒 Cosa portare?

  • Zaino da trekking;
  • Obbligo indossare scarpe da trekking con suola ben scolpita (potrebbe essere presente del fango sul percorso, sconsigliate scarpe da Ginnastica);
  • Abbigliamento adeguato alla stagione. Vestirsi a strati/a cipolla;
  • Giacca antipioggia/vento (se previsto tempo avverso);
  • Consigliato l’uso dei bastoncini da Trekking (meglio se telescopici);
  • Almeno 1 lt di acqua (sono presenti sorgenti sul percorso);
  • Frutta o barrette energetiche per spuntini veloci;
  • Occhiali da sole;
  • Cappello o copricapo;
  • Macchina fotografica;
  • Dotazione obbligatoria specifica come farmaci per allergie o altre patologie necessari alla vostra persona. Di questo è fatto obbligo di comunicazione alla GAE al momento della prenotazione

🔭 La visita all’Osservatorio

Una splendida occasione per conoscere l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, i sui strumenti e le sue attività. Con la visita alla stazioni meteo, alla stazione di monitoraggio dei terremoti e alla grande cupola dove si trova il telescopio più grande della Toscana.

Scoprirete le tante attività scientifiche che l’Osservatorio svolge, ad esempio come facciamo le previsioni meteo, come monitoriamo di continuo i terremoti, oppure come studiamo la qualità del cielo.

⏱️ Programma

08:45 – 09:00
Ritrovo

15 minuti prima della partenza ci ritroveremo presso il parcheggio dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti


09:00 – 13:00
Inizio dell’escursione

Intorno alle 9 inizieremo il trekking. Si tratta di un’escursione ad anello di 11 km nel Chianti fiorentino e senese con poco dislivello, dove salite e discese sono ben bilanciate. Non ci sono serie difficoltà per i camminatori meno abituati, si consiglia tuttavia un abbigliamento consono all’attività svolta. Adatto a bambini dagli 8 anni in su. Anche a cani, se pur dotati di guinzaglio. Sono previste varie pause didattiche.


13:00 – 13:30
Pranzo al sacco

Dopo l’escursione, i partecipanti potranno pranzare insieme. L’Osservatorio metterà a disposizione tavoli e sedie per permettere a tutti di mangiare comodamente il proprio pranzo al sacco.

13:30 – 15:00
Pranzo al sacco e visita dell’Osservatorio

Dopo il trekking si terrà una visita guidata dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, per conoscere le meraviglie della natura e del cielo e scoprire le tante attività scientifiche che l’Osservatorio svolge, ad esempio come facciamo le previsioni meteo, come monitoriamo di continuo i terremoti, oppure come studiamo la qualità del cielo. Vedremo insieme le meraviglie del cielo e osserveremo il Sole al telescopio, parleremo dei suoi segreti e di quanto è importante per la nostra vita.

Come partecipare?

Clicca sul pulsante qui sotto per acquistare i tuoi biglietti

Come arrivare?

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

Rimani aggiornato

Oppure iscriviti alla newsletter OPC e al gruppo WhatsApp per restare sempre aggiornato sulle ultime attività.

Visite guidate pubbliche

visita pubblica guidata dell'osservatorio astronomico del chianti con il telescopio più grande della toscana
Visita all’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, osservazione ai telescopi e visita guidata al telescopio più grande della Toscana!

Apertura pubblica notturna con visita guidata celeste

 Una splendida occasione per conoscere l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, per osservare insieme le meraviglie della natura e del cielo attraverso l’osservatorio ambientale, astronomico, geo-sismico e meteorologico.

Durante la visita guidata notturna all’OPC, osserveremo la Luna al telescopio e scopriremo le tante attività scientifiche che l’Osservatorio svolge, ad esempio come facciamo le previsioni meteo, come monitoriamo di continuo i terremoti, e come studiamo gli esopianeti con il telescopio più grande della Toscana.

Le visite pubbliche sono gestite dall’Associazione di Promozione Sociale “Amici dell’OPC“. Si svolgono tipicamente una volta al mese con date pubblicate sul sito web e su tutti i nostri canali social, sono aperte a tutti su prenotazione.

Vi aspettiamo!

Nota: Se siete interessati a vivere più da vicino l’OPC, è possibile diventare soci dell’Associazione Amici dell’OPC e partecipare gratuitamente ai numerosi ritrovi e iniziative che si svolgono durante l’anno, oltre che partecipare attivamente alla vita dell’osservatorio. 

Programmazione

Vedi il calendario Eventi OPC

Condizioni e prezzi

Durata: 90 minuti
Prenotazione: Obbligatoria (vedi sotto)

In caso di maltempo: la visita si svolge ugualmente all’interno con attività alternative.

Tariffe:

Adulti12 Euro (Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre)
10 Euro (Gli altri mesi)
Bambini 6-12 anni5 Euro
Adulti oltre 65 anni5 Euro
Bambini da 0-6 anniGratuito
Invalidi o disabiliGratuito (Incluso un accompagnatore)
Ridotto
5 Euro
(Soci delle Associazioni Amici dell’OPC e LUDICA. , personale dell’Università di Firenze, personale delle Amministrazioni del Chianti Fiorentino, associazioni o enti in convenzione)

Come partecipare

Acquista i biglietti online su Eventbrite (consigliato)

Oppure, riserva il tuo posto e paga in loco.
Invia un messaggio o telefona, specificando il tipo di visita richiesto, un nome e cognome di riferimento, il numero di persone che partecipano alla visita, un recapito telefonico.

Telefono:      333 1192517   (orario: 18:00-21:00)
Email            prenota@osservatoriochianti.it

La prenotazione non prevede obblighi o costi, il pagamento avviene in loco prima della visita (in contanti o pagamento elettronico) o via bonifico bancario (inviare la ricevuta del bonifico per email prima della visita). Non sono accettati pagamenti successivi alla visita.

Come arrivare

Ritrovo circa 15 minuti prima dell’inizio della visita al parcheggio di fianco alla strada, dove un nostro operatore vi accompagnerà fino all’Osservatorio.

Dal parcheggio inizia un sentiero lungo circa 300 mt. con indicazioni “Osservatorio”, non illuminato per evitare ogni forma di inquinamento luminoso. Portate quindi scarpe comode e una torcia.

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50028 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Mappa e indicazioni stradali:

https://maps.app.goo.gl/zxjrAkYer5G9hynW9

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter OPC per restare sempre aggiornato sulle ultime attività ed eventi. Segui le attività dell’associazione anche tramite i social:

Anne Eldredge Maury – Le Orchidee spontanee del Chianti

La locandina della mostra “Anne Eldredge Maury – Le Orchidee spontanee del Chianti”

Le Orchidee spontanee del Chianti: una mostra da non perdere

L’Osservatorio polifunzionale del Chianti ha il piacere di presentare la mostra della pittrice Anne Eldredge Maury – Le Orchidee Spontanee del Chianti, un’affascinante esposizione di tavole botaniche ad acquerello che celebrano la bellezza e la delicatezza di questi fiori selvatici.

Le opere di Anne Eldredge Maury, raffinata artista e illustratrice botanica, nonché rara esponente di un genere artistico che vanta una antichissima tradizione, catturano con minuziosa precisione i dettagli e le sfumature di colore delle orchidee spontanee che crescono nel territorio del Chianti, in particolare nel Parco botanico che circonda l’Osservatorio.

Inaugurazione, conferenza e passeggiata nel Parco botanico

La mostra è stata inaugurata domenica 7 aprile alle 15:00 alla presenza dell’artista. A seguire, il Dott. Giulio Pandeli del GIROS (Gruppo Italiano per la Ricerca sulle Orchidee Spontanee APS, Sezione fiorentina) terrà una conferenza dedicata al mondo delle orchidee con un focus su quelle presenti sul nostro territorio. Sarà un viaggio affascinante alla scoperta di queste creature vegetali così rare e preziose.

Al termine della conferenza, sarà possibile partecipare ad una passeggiata guidata nel Parco botanico dell’OPC, accompagnati da guide ambientali esperte. Un’occasione imperdibile per ammirare da vicino le orchidee spontanee del Chianti e conoscere i segreti di questo ecosistema unico.

Un’esperienza imperdibile per gli amanti della natura, della scienza e dell’arte

La mostra “Le Orchidee spontanee del Chianti” è un evento imperdibile per tutti gli amanti della natura, della scienza, dell’arte e del territorio chiantigiano. Un’occasione unica per immergersi nella bellezza di questi fiori selvatici e scoprire la ricchezza della biodiversità presente nel nostro territorio.

Il connubio tra arte e scienza raggiunge nella storica disciplina dell’illustrazione botanica uno dei suoi massimi risultati, dove l’arte e la capacità di fedele riproduzione del soggetto diventano un inalienabile supporto della ricerca scientifica, dello studio e della comprensione morfologica di una pianta. La botanica ha infatti da sempre trovato nell’arte del disegno un fondamentale strumento di studio e divulgazione, un irrinunciabile supporto di antichi codici e manoscritti, in cui la rappresentazione grafica era di fondamentale importanza per identificare e descrivere le diverse specie vegetali, definendone quindi le proprietà e qualità specifiche, con il loro conseguente impiego medico e terapeutico.

Workshop di disegno naturalistico, a cura di Alessandro Sacchetti.

Iscrizione entro venerdì 17 Maggio 2024

“Disegnare la Natura è un modo di avvicinarsi ad essa raccogliendone l’essenza senza portar via alcun materiale se non l’interpretazione raccolta e trascritta sulla carta; fare questo in modo semplice richiede passione e un po’ d’iniziativa; se la nostra osservazione la si vuole raccogliere in modo somigliante all’originale, allora è necessario adottare qualche accorgimento tecnico che deriva dalla pratica e dall’esperienza, e magari dai consigli di disegnatori esperti. Questo breve workshop ha lo scopo di indirizzare l’attenzione dell’appassionato neofita verso un metodo diretto di disegno naturalistico che permetta di iniziare “già da subito” a rappresentare correttamente le forme di vita che più ci appassionano”. (Alessandro Sacchetti)

Insieme al docente Alessandro Sacchetti, pittore e illustratore naturalistico, imparerai a catturare l’essenza della natura e svilupperai le tue abilità artistiche e scoprirai le tecniche per riprodurre fedelmente la realtà che ti circonda. Scopri le date del workshop:

Sabato 18 Maggio 2024
Workshop di disegno in OPC, dalle ore 14.30 alle ore 18.00. Costo:

  • Intero: 15 euro
  • Ridotto: 12 euro, Soci Amici dell’OPC
  • Gratuito: bambini al di sotto dei 10 anni gratuito con genitore iscritto

Sabato 14 Giugno 2024
Atelier di Disegno sul torrente Pesa, dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Costo:

  • Intero: 30 euro
  • Ridotto: 25 euro, Soci Amici dell’OPC
  • Gratuito: bambini al di sotto dei 10 anni gratuito con genitore iscritto

Per informazioni e iscrizioni:
info@osservatoriochianti.it
prenota@osservatoriochianti.it
Tel. : 333 119 2517 (chiamare in orario 17:00-21:00)

Il programma dettagliato sarà comunicato direttamente ai partecipanti.

L’artista in mostra all’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Anne Eldredge Maury

Anne Eldredge Maury è disegnatrice e pittrice botanica, molto apprezzata presso il mondo artistico e scientifico, dal 1965 ha eseguito centinaia di lavori per varie Università ed Enti nazionali, regionali e provinciali italiani per pubblicazioni in volumi e riviste botaniche.

Nata a Brooklyn (New York, USA) nel 1937, è stata avviata al disegno dai genitori, entrambi pittori. Dopo la laurea in Storia dell’Arte presso lo Smith College (Northampton, MA, USA), nel 1959 si stabilisce a Firenze.

A partire dal 1965, esegue disegni di piante al tratto per il Dipartimento di Biologia Vegetale dell’Università di Firenze e, occasionalmente, per altre Università e per Enti Regionali e Provinciali.

Molti di questi disegni sono stati pubblicati su libri e riviste scientifiche. Esegue anche acquerelli di piante sia per scopo scientifico che decorativo. Dal 1988 al 1992 ha lavorato a un progetto per l’illustrazione della flora sarda, curato dai docenti del Dipartimento di Biologia ed Ecologia Vegetale dell’Università di Sassari.

Per la provincia di Grosseto ha dipinto piante protette della flora provinciale. Gli acquerelli appaiono su manifesti divulgativi realizzati per una campagna di sensibilizzazione verso le specie protette.

A partire dal 2002 il Ministero dell’Ambiente, Direzione Protezione della Natura, ha avviato la pubblicazione dei suoi acquerelli delle Orchidee Spontanee Italiane in quattro opere, la cui pubblicazione è terminata nel 2003.

Le opere sono state il punto finale di un lavoro di ricerca, anche sul campo, durato 16 anni, al quale l’artista ha partecipato attivamente alla ricerca dei soggetti da dipingere, anche con sessioni di pittura en plein air.

Altra importante opera alle cui tavole ha lavorato riguarda le Iridacee Italiane, volume pubblicato nel 2006 dal Ministero dell’Ambiente.

Ha partecipato a numerose mostre in Italia e all’estero e i suoi acquerelli fanno parte di collezioni pubbliche e private. Alcuni suoi acquerelli sono ad esempio nella collezione del Hunt Institute for Botanical Documentation a Pittsburgh (Pennsylvania, USA) e presso il Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi a Pisa.

Visita la mostra Anne Eldredge Maury!

La mostra di illustrazioni botaniche ad acquerello di Anne Eldredge Maury – Le Orchidee Spontanee del Chianti è visitabile durante le aperture dell’Osservatorio in occasione degli altri eventi. Consulta il calendario qui sotto per cogliere l’occasione di visitare le tavole botaniche:

Oppure invia una email alla curatrice della mostra Giada Rodani, per organizzare un’apertura straordinaria.

Come arrivare?

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

Rimani aggiornato

Oppure iscriviti alla newsletter OPC e al gruppo WhatsApp per restare sempre aggiornato sulle ultime attività.

Aperture Diurne

L’Osservatorio apre le sue porte anche di giorno!

L’apertura diurna è un’occasione unica dedicata alle famiglie agli appassionati e ai curiosi, che avranno l’occasione di visitare e conoscere l’osservatorio, immergersi nella bellezza della natura, dell’arte e della scienza.

Un’occasione perfetta per visitare le mostre d’arte temporanee che ospita l’Osservatorio, e vedere da vicino la strumentazione presente, come il centro meteo, la stazione di monitoraggio dei terremoti e il telescopio più grande della Toscana dedicato alla ricerca degli esopianeti.

Sarà possibile inoltre osservare le meraviglie del cielo e della terra, potremo osservare il sole e le sue macchie, ma anche fare una passeggiata nel Parco Botanico del Chianti, alla scoperta delle orchidee spontanee e della sua flora incontaminata.

Vi aspettiamo!

Nota:
In alcune date particolari saranno presenti attività didattiche per bambini, vedi il calendario.
Ricordiamo che è possibile svolgere anche visite guidate private notturne.

COME PARTECIPARE

EVENTO GRATUITO
Solitamente ad accesso libero senza prenotazione, o con prenotazione da effettuarsi sulla piattaforma Eventbrite,
È possibile prenotare anche tramite email o telefono, visita la pagina dei contatti.

PROSSIME APERTURE

Vedi il calendario Eventi OPC

COME ARRIVARE

Lascia l’auto al parcheggio, da lì inizia un sentiero lungo circa 300 mt. con indicazioni “Osservatorio”, non illuminato per evitare ogni forma di inquinamento luminoso. Porta quindi scarpe comode e una torcia.

Se hai un telescopio, è possibile salire lungo la strada sterrata fino all’osservatorio per scaricare l’attrezzatura.

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50028 Barberino Tavarnelle FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://maps.app.goo.gl/zxjrAkYer5G9hynW9

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter OPC per restare sempre aggiornato sulle ultime attività ed eventi. Segui le attività dell’associazione anche tramite i social:

Partecipa attivamente

Se invece volete partecipare attivamente alla vita associativa e/o alle varie discussioni a tema, iscriviti al gruppo WhatsApp Amici OPC Discussioni o al gruppo Ambiente e Parco

Tutto pronto per il lancio del pallone stratosferico “Stratospheric Balloon for Atmospheric Measurements” (SBAM)

Vi aspettiamo sabato 27 aprile, dalle 9.30 all’Osservatorio Polifunzionale del Chianti

Lo stemma della missione “Stratospheric Balloon for Atmospheric Measurements” (SBAM)

Il team scientifico formato dagli studenti del corso di Tecnologie Spaziali della Laurea Magistrale in Scienze Fisiche e Astrofisiche dell’Università di Firenze, coordinato dal docente e direttore dell’OPC Prof. Emanuele Pace, lancerà il pallone stratosferico “Stratospheric Balloon for Atmospheric Measurements” (SBAM), sviluppato in 6 mesi di lavoro.

Alcuni degli studenti che hanno lavorato alla preparazione del volo di pallone.
Il team completo è composto da Clarissa Calamai, Bruno D’Angelo, Irene Fiorentino, Lara Fossi, Valentina Giordani, Lorenzo Graziani, Luca Mazzini, Irene Parenti, Martina Raco, Ofelia Romani.

L’obiettivo del lancio è portare a un’altitudine di 36.000 metri una suite di esperimenti disposta in un contenitore cubico di 25 cm di lato. Raggiunta la quota finale, dopo circa 2 ore di volo ascensionale, il carico sarà sganciato, si aprirà il paracadute ad una quota intermedia per frenare la caduta libera e il carico scientifico rientrerà a terra dopo una traiettoria che si presume lo porterà nell’area centro-orientale del centro Italia, tra Toscana orientale e Marche. 

Il carico scientifico pesa circa 1 kg, è coibentato per resistere all’intervallo di basse temperature che subirà e comprende strumentazione alimentata a batterie per misure di temperatura, pressione, umidità, misura del vento, 2 telecamere, una verso il basso e una verso l’orizzonte, un contatore Geiger, pannelli solari, misura dell’irraggiamento solare, un GPS e un segnale sonoro per evidenziare la scomparsa del suono con la riduzione della densità atmosferica.

Componenti del carico scientifico del lancio stratosferico in opc

Programma del lancio aperto a tutti

Le fasi di preparazione al lancio inizieranno alle 8:30. Non appena la strumentazione sarà avviata e il carico di elio sarà completato, inizierà il conto alla rovescia per il lancio previsto alle 10:00. 

In caso di maltempo, si valuterà se lanciare ugualmente o rinviare il lancio al giorno successivo.

Curiosi e appassionati potranno assistere al lancio: chi desidera assistere alla preparazione e al lancio del pallone è il benvenuto, anche se per ragioni di sicurezza non potrà avvicinarsi all’area di lancio.

L’OPC un sito di lancio d’eccellenza

La scelta dell’OPC come sito di lancio è legata al fatto che l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti è gestito dall’Università di Firenze per svolgere attività scientifica e didattica universitaria, quindi luogo deputato anche a questo genere di attività.

Ringraziamenti

Si ringraziano il Dipartimento di Fisica e Astronomia e il Corso di Laurea in Scienze Fisiche e Astrofisiche per aver supportato questa attività scientifico-didattica con grande entusiasmo. Si ringrazia anche il dott. Claudio Mollica, system engineer di questo esperimento, per aver fornito la sua esperienza pregressa senza la quale tutto sarebbe stato molto più complicato.

📍 Come arrivare?

Lascia l’auto al parcheggio, da lì inizia un sentiero lungo circa 300 mt. con indicazioni “Osservatorio“, il sentiero non illuminato per evitare ogni forma di inquinamento luminoso. Porta quindi scarpe comode e una torcia.

🗺️ Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50028 Barberino Tavarnelle FI, Km 9,25, Firenze

🅿️ Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

📆 Prossimi Eventi

Vedi il calendario Eventi OPC

🔔 Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter OPC per restare sempre aggiornato sulle ultime attività ed eventi. Segui le attività dell’associazione anche tramite i social:

Partecipa attivamente

Se invece volete partecipare attivamente alla vita associativa e/o alle varie discussioni a tema, iscriviti al gruppo WhatsApp Amici OPC Discussioni o al gruppo Ambiente e Parco

Naturalmente San Donato: EcoFestival nel Borgo

In prossimità della Giornata Mondiale della Terra, che ricorre ogni anno il 22 aprile, l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti sarà presente a Naturalmente San Donato: EcoFestival nel Borgo che si terrà domenica 21 aprile, a San Donato in Poggio – Barberino Tavarnelle.

Nella cornice del borgo di San Donato in Poggio, uno dei borghi più belli di Italia, dove si rappresentano in maniera significativa le tradizioni locali, l’arte e la cultura, una giornata dedicata alla promozione della transizione ecologica e sensibilizzare la comunità.

Vi aspettiamo dalle 16.00 alle 18.00 a Palazzo Malaspina per un talk e dibattito, moderato da Cinzia Dugo a cui prenderà parte l’OPC con Roberto Comi insieme ai rappresentanti del Comune Barberino Tavarnelle, del Biodistretto del Chianti, di Legambiente Chianti Fiorentino, del Contratto di Fiume Pesa e di Change for Planet.

Scopri il programma completo

In orbita con KSP, Kerbal Space Program!

Useremo KSP per raggiungere l’orbita, dalla progettazione del razzo al rientro in atmosfera.

primo incontro di ksp kerbal space program il videogioco e simulatore spaziale
Partecipa al primo incontro KSP in OPC!

Utilizzeremo il videogame di simulazione spaziale Kerbal Space Program (KSP) per spiegare i principi base della meccanica orbitale, come mettere in orbita un veicolo spaziale, farlo rientrare a terra e illustrare le potenzialità del gioco stesso. Insieme al pubblico, costruiremo dopo vari tentativi il razzo che ci porterà in orbita: l’obiettivo è sbagliare in maniera “istruttiva”.

L’host della serata è Leiba Pini, uno degli Amici dell’OPC “laureato in fisica ma non praticante”. Attualmente lavora alla realizzazione di software per le terapie intensive. Appassionato di giochi da tavolo e videogame, esperto di fantascienza (quella dura e pura) e molto molto nerd.

EVENTO GRATUITO, RICHIESTA LA TESSERA ASSOCIATIVA
Se non hai la tessera, nessun problema è possibile farla al costo di 10 Euro durante l’evento, oppure direttamente ONLINE.

Ci sarai? Conferma la tua presenza su Eventbrite!

❤️ Non sei ancora socio e vuoi partecipare all’Astroritrovo?

È possibile iscriversi all’Associazione Amici dell’OPC al costo di 10€ (online oppure in loco) e partecipare gratuitamente ai numerosi ritrovi e iniziative che si svolgono durante l’anno, oltre che partecipare attivamente alla vita dell’Osservatorio.

📍 Come arrivare?

Lascia l’auto al parcheggio, da lì inizia un sentiero lungo circa 300 mt. con indicazioni “Osservatorio“, il sentiero non illuminato per evitare ogni forma di inquinamento luminoso. Porta quindi scarpe comode e una torcia.

🗺️ Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50028 Barberino Tavarnelle FI, Km 9,25, Firenze

🅿️ Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

📆 Prossimi Eventi

Vedi il calendario Eventi OPC

🔔 Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter OPC per restare sempre aggiornato sulle ultime attività ed eventi. Segui le attività dell’associazione anche tramite i social:

Partecipa attivamente

Se invece volete partecipare attivamente alla vita associativa e/o alle varie discussioni a tema, iscriviti al gruppo WhatsApp Amici OPC Discussioni o al gruppo Ambiente e Parco

Le Frontiere dell’Astrofisica – Acqua: Pianeti e lune ghiacciate, mondi oceano, acqua nella Galassia

Venerdì 12 aprile 21.30 – Osservatorio Polifunzionale del Chianti

Per “Le Frontiere dell’Astrofisica” parleremo di “Acqua: Pianeti e lune ghiacciate, mondi oceano, acqua nella Galassia…”

L’acqua è un elemento importante, anzi fondamentale, per la vita come noi la conosciamo e sul nostro pianeta siamo abituati alla sua presenza in tutti e tre i suoi possibili stati, soprattutto nello stato liquido. Solo sul nostro pianeta? C’è acqua nel sistema solare? E su pianeti che orbitano stelle diverse dal Sole? Le osservazioni mostrano che l’acqua è una molecola ubiqua nell’Universo e nella Galassia e che si riesce a trovare anche dove meno te l’aspetti. Nella maggior parte dei casi è presente allo stato gassoso (vapore acqueo) o nello stato solido (ghiaccio). Tutto questo ha conseguenze importanti per l’astrobiologia e per lo studio delle condizioni di abitabilità di altri mondi, l’importante è sapere come cercare.

→ Relatore
Riccardo Claudi
INAF – Osservatorio Astronomico di Padova
Dip. di Matematica e Fisica dell’Univesità di ROMA TRE
→ Introduzione
Emanuele Pace
Università degli Studi di Firenze – Osservatorio Polifunzionale del Chianti
→ Moderatore
Lorenzo Betti
Università degli Studi di Firenze – Osservatorio Polifunzionale del Chianti
→ Sul relatore
Riccardo Claudi è un astronomo in pensione associato all’Osservatorio Astronomico di Padova e Professore presso il dipartimento di matematica e fisica dell’Università di ROMA TRE. Si occupa principalmente ed attivamente della ricerca e della caratterizzazione dei pianeti extrasolari e di astrobiologia.

Come partecipare

→ In presenza

→ Link Diretta Streaming
Canale Youtube OPC:
https://www.youtube.com/watch?v=fLcPHRwZ_xE

Canale Youtube CaffèScienza:
https://www.youtube.com/watch?v=QmoDK_S_h2k

Canale Twitch OPC:
https://www.twitch.tv/divulgazioneopc

Come arrivare

Lascia l’auto al parcheggio, da li inizia un sentiero lungo circa 300 mt. con indicazioni “Osservatorio”, non illuminato per evitare ogni forma di inquinamento luminoso. Porta quindi scarpe comode e una torcia.

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

Rimani aggiornato

Segui le attività dell’ associazione tramite i social:

Oppure iscriviti alla newsletter OPC e al gruppo WhatsApp per restare sempre aggiornato sulle ultime attività.

Trekking nel Chianti, tra storia e natura

Una passeggiata nel Chianti, sulla via Romea, per scoprire storia e paesaggi mozzafiato del territorio. Visita all’Osservatorio inclusa!

🗺️ L’escursione

Partendo dall’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, l’escursione si svilupperà nelle suggestive campagne del Chianti, e sarà un’opportunità per riunire vecchi e nuovi soci dell’Associazione Amici dell’Opc. L’iniziativa ha lo scopo di far vivere una giornata in compagnia per conoscere il territorio che circonda l’OPC, lungo il percorso della via Romea.

Passando sopra strade sterrate, mulattiere e stradelli di campagna, scopriremo la storia del territorio ammirando chiese, poderi e torri medievali.

Durante il percorso, gli escursionisti avranno l’opportunità di immergersi nella bellezza naturale del paesaggio circostante, godendo di panorami mozzafiato sulle colline ricoperte da vigneti e oliveti, vivendo una piccola avventura.

L’escursione prevede un percorso ad anello di 10 km con poco dislivello, sono previste salite e discese ben bilanciate, oltre a numerose pause didattiche. Inoltre:

  • non sono previste difficoltà per i camminatori non abituali;
    adatto ai bambini dagli 8 anni in su;
  • si consiglia un abbigliamento consono all’attività svolta;
  • è possibile portare i propri amici a quattro zampe, dotati di guinzaglio.

⛈️ In caso di cattivo tempo sarà l’Organizzazione a contattare i partecipanti ed annullare l’evento, almeno 2 giorni prima di esso.

📍 Dettagli del percorso

  • Lunghezza: 9.5 km;
  • Durata: 3.5 ore;
  • Difficoltà: T/E ( Turistico/Escursionista; il percorso è quasi interamente su strada larga e ben battuta, prevalentemente sterrata, sono presenti brevi tratti pianeggianti);
  • Dislivello: 300 mt;
  • Percorso: Anello.

🎒 Cosa portare?

  • Zaino da trekking;
  • Obbligo indossare scarpe da trekking con suola ben scolpita (potrebbe essere presente del fango sul percorso, sconsigliate scarpe da Ginnastica);
  • Abbigliamento adeguato alla stagione. Vestirsi a strati/a cipolla;
  • Giacca antipioggia/vento (se previsto tempo avverso);
  • Consigliato l’uso dei bastoncini da Trekking (meglio se telescopici);
  • Almeno 1 lt di acqua (sono presenti sorgenti sul percorso);
  • Frutta o barrette energetiche per spuntini veloci;
  • Occhiali da sole;
  • Cappello o copricapo;
  • Macchina fotografica;
  • Dotazione obbligatoria specifica come farmaci per allergie o altre patologie necessari alla vostra persona. Di questo è fatto obbligo di comunicazione alla GAE al momento della prenotazione

⏱️ Programma

08:45 – 09:00
Ritrovo

15 minuti prima della partenza ci ritroveremo presso il parcheggio dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti


09:00 – 13:00
Inizio dell’escursione

Intorno alle 9 inizieremo il trekking. Si tratta di un’escursione ad anello di 10 km nel Chianti fiorentino con poco dislivello, dove salite e discese sono ben bilanciate. Non ci sono serie difficoltà per i camminatori meno abituati, si consiglia tuttavia un abbigliamento consono all’attività svolta. Adatto a bambini dagli 8 anni in su. Anche a cani, se pur dotati di guinzaglio. Sono previste varie pause didattiche.
A guidarci lungo il percorso sarà Giacomo Cretti, una guida ambientale escursionistica che lavora in Toscana, nelle zone del Chianti e della Valdelsa. I suoi ambiti di maggiore interesse sono la natura e la storia locale, con particolare interesse per gli insediamenti rurali. Accompagnandovi per vigneti, borghi medievali e su cammini storici, vi offrirà esperienze autentiche e appaganti nella splendida campagna toscana.


13:00 – 14:30
Pranzo al sacco e visita dell’Osservatorio

Dopo l’escursione, i partecipanti potranno pranzare insieme e chi vorrà potrà trattenersi per una visita guidata dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, conoscere le meraviglie della natura e del cielo e scoprire le tante attività scientifiche che l’Osservatorio svolge, ad esempio come facciamo le previsioni meteo, come monitoriamo di continuo i terremoti, oppure come studiamo la qualità del cielo. Se la giornata lo consentirà faremo osservazione del Sole e delle sue spettacolari macchie solari!

Come partecipare?

Evento gratuito in presenza su prenotazione. Clicca sul pulsante qui sotto

Come arrivare?

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://goo.gl/maps/LCsDkL8VNVdD6K736

Rimani aggiornato

Oppure iscriviti alla newsletter OPC e al gruppo WhatsApp per restare sempre aggiornato sulle ultime attività.

Astroritrovo

serate di osservazione e astrofotografia in chianti toscana


Una serata sociale, osservativa ed astrofotografica, per gli Amici dell’OPC

Una serata all’aperto dedicata all’astronomia e all’astrofilia, osserveremo e fotograferemo il cielo nella splendida cornice dell’osservatorio.

Un occasione particolare per ritrovarci fra persone appassionate di scienza, un momento di scambio e confronto.

Metteremo a disposizione la strumentazione dell’associazione e forniremo spazio e supporto per chi vorrà portare la propria e scoprire come utilizzarla al meglio.

Ti aspettiamo!

Nota: L’ osservatorio ospita anche eventi pubblici, in cui non è prevista la necessità della tessera associativa, ed eventi privati per una visita esclusiva.

EVENTO GRATUITO, RICHIESTA LA TESSERA ASSOCIATIVA
Se non hai la tessera, nessun problema è possibile farla al costo di 10 Euro durante l’evento, oppure direttamente ONLINE.

È gradita la prenotazione, registrati su Eventbrite

PROSSIMI ASTRO-RITROVI

Vedi il calendario Eventi OPC

COME ARRIVARE

Lascia l’auto al parcheggio, da lì inizia un sentiero lungo circa 300 mt. con indicazioni “Osservatorio”, non illuminato per evitare ogni forma di inquinamento luminoso. Porta quindi scarpe comode e una torcia.

Se hai un telescopio, è possibile salire lungo la strada sterrata fino all’osservatorio per scaricare l’attrezzatura.

Indirizzo:  Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50028 Barberino Tavarnelle FI, Km 9,25, Firenze

Indicazioni parcheggio:
https://maps.app.goo.gl/zxjrAkYer5G9hynW9

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter OPC per restare sempre aggiornato sulle ultime attività ed eventi. Segui le attività dell’associazione anche tramite i social:

Partecipa attivamente

Se invece volete partecipare attivamente alla vita associativa e/o alle varie discussioni a tema, iscriviti al gruppo WhatsApp Amici OPC Discussioni o al gruppo Ambiente e Parco